Deutschland sucht den Superstar (o meglio Zupastar)

Pensavamo fosse possibile sfuggire a Maria De Filippi, ma putroppo non è possibile sfuggire ai talent show in toto. In Germania vanno matti per Deutschland sucht den Superstar. Il resto potete immaginarlo: cantanti e bailanti con poco talento, lacrime e canzoni smielate.

Logo-dsds

Ma non potevamo certo pensare che i provini di questa fantastica trasmissione si svolgessero nella nostra scuola.

Porti i capelli lunghi, ma devi fare pratica (Cit: EelST)

Porti i capelli lunghi, ma devi fare pratica (Cit: EelST)

La scuola si è trasformata per questo evento in un set per i provini delle future popstar (come no..).

Gente in fila per un sogno...

Gente in fila per un sogno...

Non vedo l’ora di commuovermi guardando questo meraviglioso show.

Federico

E non è il solo. Stamattina in Tv ho guardato una decina di minuti di Popstar. In pratica mettono 3-4 ragazzi e 3-4 ragazze in gruppo e li fanno sfidare tra di loro. Questi hanno il compito di dover cantare e ballare su un pezzo noto dei cantanti più pezzotti in voga al momento come le celeberrime “Pussycat Dolls” (Pussycat Dolls…non voglio commentare cotanto spessore e vividezza d’immagine). Solo che poi si dimenticano le coreografie e i testi delle canzoni e in piena performance si mettono a piangere. Beh, non ho resistito ed ho dovuto cambiare canale dall’imbarazzo. Effetto Corrida, avete presente? Quando si guarda la Corrida di Corrado e, nell’immedesimarsi con il dilettante di turno, si ha solo voglia di sprofondare al posto suo.

Mentre scrivo tutto ciò mi trovo, ovviamente, a scuola a scroccare la Wlan. Ergo ascolto felice i provini dei Deutsch. La cosa è a dir poco spettacolare. Quanta gente ignora che, in realtà, Knockin’ on the Heaven’s Door non è dei Guns & Roses?! E quanti si portano dietro le mamme ansiogene e si fanno venire crisi isteriche perché hanno attaccato male il numero sulla maglietta?!

Grazie Berlino. Grazie Talent Show. Grazie Scuola mia!

Voglio chiudere questo post dicendo che Federico è un “senza scuorno” e si mette a fotografare la gente col cellulare a un metro dalle loro facce.

Ergo, grazie Federico.

Alessandra

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...