WM2010 – L’inevitabile post sul mondiale

Come si vive il mondiale in Germania? Di sicuro non a casa.

Possibilmente si va dove ci sono i megaschermi in piazza, come al Fanmeile vicino alla Porta di Brandeburgo

L’alternativa sono i mille schermi all’aperto sparsi nella città. Inoltre quasi tutti i bar e kneipe offrono la possibiltà di seguire la partita in compagnia di amici e di più birre. Insomma, l’importante è stare insieme. Questa voglia di vivere collettivamente il modiale è nata abbastanza di recente, mi dicono. Il tifo per la nazionale è ostentato in mille maniere: bandierine di plastica da fissare sotto il finestrino, bandiere alla finestra, magliette e… vuvuzela. Un imprenditore tedesco ha fiutato l’affare ed ha importato quantità industrali dell’ignobile strumento, in versione nero-rosso-giallo. È venduto dovunque. A 2,99 €

La cosa che mi è piaciuta di più è stato il vedere tante persone (soprattutto giovanissimi), di evidente origine etnica diversa, tifare per la Germania. La stessa DFB è un potpourri di giocatori di origine diversa: Özil, Boateng, Podolski, Klose, Gómez, Cacau, Trochowski, Aogo, Khedira, Marin… La cancelliera Merkel non ha mancato di sottolineare che questa nazionale portava alla ribalta la nuova identità della Germania, multiculturale ed aperta.

Certamente non manca qualche imbecille  che vede nell’ostentazione della bandiera un ritorno al nazionalismo. Addirittura ho letto di alcuni anarchici (mica estremisti di destra!) che hanno rotto le scatole a persone di origine turca perchè esponevano la bandiera. Ma dico io, cosa c’è di male nell’essere fieri della propria squadra? Il calcio quando è vissuto così, in maniera sana, vuol dire anche aggregazione, condivisione e integrazione.

Spesso capita di vedere sui balconi più bandiere. Ci sono molte coppie formate da una o entrambi i componenti provenienti dall’estero. Magari con bambini nati qui. Questo è il risultato:

Insomma, a parte il fatto che ci hanno preso in giro maledettamente (ma noi facciamo di peggio con i Francesi) ed il fatto che non riescano ad ammettere di essere ROSICONI come tutti noi popoli mediterranei, è un piacere vivere il mondiale qui. Ecco le foto del quarto di finale Inghilterra-Germania, che ho seguito alla Kulturbrauerei:

Annunci

2 commenti

  1. come hanno vissuto l’eliminazione?

    hanno bestemmiato la madonna della foresta nera?

    • Molto delusi, quello si. Quello che mi ha stupito molto è stato l’atteggiamento di rassegnazione che hanno avuto dopo la partita. Löw ha detto “erano troppo forti” e gli hanno fatto eco tutti, Bild compreso (io già mi aspettavo cose tipo “buffoni Spagnoli di merda”).


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...